Siti Amici:
© 2017 by A.S.D. Atletica Segrate. All rights reserved. Mail: atleticasegrate@gmail.com - 3713635328

August 24, 2019

Please reload

Post recenti

L'Atletica Leggera spiegata ai genitori

August 25, 2017

1/1
Please reload

Post in evidenza

L'Atletica Leggera spiegata ai genitori

August 25, 2017

Dalle parole di Stefano Auletta, nostro co-fondatore e Presidente della società Atletica Meneghina, proponiamo un video realizzato dalla casa editrice DeAgostini. Il video è stato ideato per spiegare a bambini e genitori il perché dovrebbero scegliere l'Atletica Leggera come sport. Riportiamo qui sotto l'intervista al nostro collaboratore Stefano Auletta e il video.

 

Buona visione!

 

 

Link: http://www.deabyday.tv/genitori-e-bambini/divertimenti/video/2121/Bambini-e-sport--l-Atletica-Leggera.html

 

L'Atletica Leggera è uno delle attività ideali per avviare i bambini allo sport, grazie alla sua varietà di movimenti semplici e istintivi, scopriamo come si svolgono gli allenamenti!

 

Che cos’è l’Atletica Leggera?
L’atletica leggera è un insieme di discipline sportive legate alle origini del movimento umano che possono sommariamente essere suddivise in corsa, salti e lanci. In tutto il panorama sportivo è per i bambini l’attività più semplice da proporre perché richiede azioni motorie tra le più semplici, istintive e naturali che esistono.
L’atletica leggera si svolge su una pista di 400 m a forma di anello sulla quale vengono svolte le discipline di corsa e all’interno dell’anello si svolgono le gare di salti e lanci.

A che età incominciare?
L’atletica leggera può essere praticata dai 6 anni, la disciplina viene presentata come un gioco, i ragazzi imparano a correre, saltare, lanciare attraverso una metodologia didattica chiamata integrata che prevede una serie di proposte a carattere ludico-didattico, ricche di stimoli condizionali quindi di forza, di resistenza, di rapidità e coordinativi. Man mano che i ragazzi crescono si richiedono esercitazioni tecniche sempre più mirate e volumi e intensità di allenamento sempre maggiori.

Quali sono i vantaggi di questo sport?
Le attività sono tutte finalizzate allo sviluppo delle capacità coordinative, all’ampliamento e al consolidamento degli stimoli motori di base e allo sviluppo organico dei ragazzi.
Essendo uno sport individuale, i ragazzi che praticano l’atletica leggera imparano ad assumersi la responsabilità diretta dei propri successi e insuccessi, imparano che il successo personale è frutto esclusivamente del proprio impegno e della propria costanza agli allenamenti perseguendo l’obiettivo di migliorarsi a qualsiasi livello si trovino.

Come si svolgono gli allenamenti?
I bambini si allenano 2-3 volte a settimana con sessioni di 1 ora. La lezione è suddivisa in tre parti: riscaldamento, fase centrale e il gioco finale.
Il riscaldamento ha l’obiettivo di preparare i bambini psicofisiologicamente alla tematica principale della lezione attraverso andature e esercitazioni ricche di stimoli motori.
Nella fase centrale i bambini praticano i gesti in forma globale delle discipline dell’atletica leggera, con tutte le varianti del caso. Infine si pratica il gioco finale, che può essere a squadre o individuale, con l’obiettivo di richiamare, attraverso una proposta ludica la tematica principale della lezione.

Qual è l’abbigliamento consigliato?
L’atletica leggera si pratica prevalentemente all’aperto in qualsiasi condizione metereologica.
Nei mesi invernali consigliamo, a partire dal capo, una fascetta paraorecchie o un cappellino di lana, per la parte superiore consigliamo l’abbigliamento a cipolla a più strati, ad esempio una canotta con sopra una maglietta, maglietta termica ed eventualmente una felpa o un’impermeabile in caso di pioggia.
Per quanto riguarda gli arti inferiori consigliamo i fuseaux lunghi, una specie di tuta attillata elasticizzata fino alle caviglie.
Nei mesi estivi consigliamo una semplice maglietta tecnica e dei fuseaux corti o pantaloncini.
E per quanto riguarda le scarpe consigliamo delle classiche scarpe da running, ergonomiche e ammortizzanti.

 

 

Si ringrazia DeAgostini, Stefano Auletta e l'Atletica Meneghina.

 

 

 

 

Share on Facebook
Please reload

Seguici
Cerca per tag